Amaranto al pesto di agrumi e finocchio

Ingredienti per 4 persone

280 g di amaranto
1 arancia medio piccola bio
1 limone bio
1 cuore di finocchio (100 g circa)
1 decina di capperi sotto sale
40 g di mandorle al naturale
1 mazzetto di finocchietto
olio extravergine d'oliva, sale
per decorare: scorzette d'arancia, finocchietto, timo limonato
L'amaranto è uno pseudocereale di origine sudamericana, senza glutine e ricchissimo di nutrienti (lisina, ferro, calcio, magnesio...). Devo essere sincera, non amo molto il suo sapore terroso, ma in questa ricetta la freschezza del pesto di agrumi e finocchio lo bilanciano perfettamente e il risultato è davvero stupefacente. L'ho proposto a chi, come me non lo ama ed è stato un successo! Premesso che il metodo di cottura migliore per tutti i cereali è per assorbimento, in questo caso l'ho cotto in abbondante brodo vegetale e poi scolato proprio per aiutare a neutralizzarne il sentore di terra che lo caratterizza. Se voi non avete questo problema cuocetelo pure per assorbimento in circa 800 g di brodo, lasciando che si assorba tutto senza scolare.

Procedimento

1.Sciacquate bene l’amaranto in un setaccio per la farina o un colino a maglie molto strette, quindi mettetelo in una casseruola con un litro abbondante di brodo vegetale
2.Coprite e cuocete a fuoco lento, ci vorranno circa 40 minuti
3.Nel frattempo frullate le mandorle in un mixer fino a ridurle a granella, quindi aggiungete un po’ di scorza grattugiata d’arancia e di limone, gli spicchi dell’arancia a pezzetti, un cucchiaio di succo di limone, i capperi ben sciacquati e il finocchietto.
4.Versate 2 cucchiai d’olio e frullate fino ad ottenere un pesto cremoso. Aggiustate di sale.
5.Quando l’amaranto è cotto scolatelo e conditelo con il pesto. Servite subito decorando con scorzette d’arancia, rametti di finocchietto o timo limonato

Leave a Reply