Risotto tartufato alla zucca e prezzemolo
Risotto tartufato alla zucca e prezzemolo

Ingredienti per 4 persone

350 g riso Carnaroli bio
1,5 litri circa di brodo vegetale
2 scalogni
400 g zucca Delica
2 confezioni di Veghiamo Mopur con Tartufo
1 mazzetto di prezzemolo
olio extravergine d'oliva
Il risotto alla zucca è un classico "comfort food" autunnale. Anche senza mantecatura con burro e parmigiano la cremosità della zucca che si scioglie in cottura permette di ottenere un risultato molto morbido e avvolgente, soprattutto se utilizzate un buon riso per risotti come il Carnaroli. Per dare uno sprint in più al gusto dolce della zucca il tartufo è un'idea vincente e raffinata, ma se non volete spendere un capitale per andare a recuperare il tartufo fresco, potete farvi furbi e utilizzare un ingrediente alternativo. Il mopur al tartufo di Veghiamo è davvero ottimo e, soprattutto, contiene del tartufo vero senza aromi non meglio identificati. Se amate il genere vi piacerà sicuramente! Mi raccomando non dimenticate il prezzemolo che dà al tutto una nota di freschezza. PS: Questo risotto può essere un primo piatto per i giorni di festa ma anche un piatto unico, meglio se accompagnato da una bella insalata

Procedimento

1.Tritate gli scalogni e soffriggeteli brevemente in una pentola capiente con un filo d’olio.
2.Unite quindi la zucca tagliata a dadini piccoli e lasciatela insaporire per qualche minuto.
3.Aggiungete poi il riso e fatelo tostare mescolandolo, quindi versate il brodo bollente a poco a poco.
4.Mentre il riso cuoce mettere da parte 4 fette di Veghiamo Mopur con Tartufo per la decorazione finale e tagliate le altre a striscioline.
5.Quando il riso sarà quasi cotto aggiungete il mopur e mescolate, quindi spegnete il fuoco e unite il prezzemolo tritato.
6.Lasciate riposare un minuto prima di servire decorando ogni piatto con una fetta di mopur arrotolata e, volendo, con una fettina sottile di zucca arrostita in forno.

In questa ricetta ho usato l’affettato vegetale VEGHIAMO MOPUR CON TARTUFO, trovate maggiori info sul sito https://www.felsineoveg.com/

Leave a Reply