“Paella de verduras” super ricca
“Paella de verduras” super ricca
“Paella de verduras” super ricca

Ingredienti per 4/5 persone

350 g riso per risotti (io ho usato un Carnaroli)
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
1 litro di brodo vegetale
200 g pisellini piccoli
200 g fagiolini fini pesati puliti
200 g carote pesate pulite
200 g peperoni rossi pesati puliti
1 bustina di zafferano
1 cucchiaio colmo di paprika dolce
200 g passata di pomodoro
4 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
sale marino, peperoncino piccante q. b.
La "paella de verduras" è una ricetta tipica spagnola che, a differenza della più nota valenciana, nasce già naturalmente vegan. L'ho mangiata qualche volta nei ristoranti spagnoli di Milano (mio marito ne va matto! :-) ) ma non avevo mai provato a cucinarla prima d'ora. Così, proprio su richiesta e con la collaborazione del maritino ho provato a farla e ho scoperto che è molto più facile e veloce di quanto comunemente si creda. L'importante è seguire alcuni accorgimenti: la padella deve essere piuttosto larga e capiente (lo strato di verdure e riso non deve essere troppo spesso), ci deve essere una certa proporzione tra il riso e il brodo (con quella che ho indicato non dovreste avere problemi, tenete conto che ho usato un riso Carnaroli, per altri tipi di riso le proporzioni potrebbero variare leggermente), non occorre coperchio e durante la cottura il riso non va mai mescolato, il risultato deve essere non solo completamente asciutto (non è un risotto cremoso!) ma sul fondo della padella deve formarsi una crosticina croccante e leggermente bruciacchiata (è proprio questa la caratteristica della ricetta tradizionale, altrimenti è un semplice riso con verdure!). Le verdure che a mio avviso non possono mancare sono peperoni, fagiolini, piselli, carote e pomodoro ma se ne possono aggiungere anche altre come funghi champignon, cuori di carciofo, broccoletti... Per renderla un piatto unico completo si possono aggiungere anche i fagioli, bianchi di spagna, rossi o borlotti, ma devono ovviamente essere cotti in precedenza. Se avete l'apposita "paellera" sarebbe meglio ma va bene anche una comune padella con doppi manici piuttosto larga e capiente.

Procedimento

1.Tritate la cipolla e lo spicchio d'aglio quindi soffriggeteli brevemente nella padella insieme all'olio.
2.Unite prima le carote tagliate a rondelle sottili oppure a bastoncini, mescolate e lasciate che si ammorbidiscano leggermente. Poi aggiungete i fagiolini (se sono troppo lunghi tagliateli a metà o in 3 parti), quindi i peperoni a pezzetti o listarelle e i piselli. Mescolate per far insaporire bene insieme ad una generosa presa di sale. Aggiungete un mestolo di brodo bollente lasciando che le verdure si ammorbidiscano ulteriormente.
3.Dopo 5 minuti circa aggiungete la passata di pomodoro, lo zafferano precedentemente sciolto in una tazzina con poco brodo, la paprika, tutto il restante brodo e il riso.
4.Mescolate solo inizialmente (assaggiando per controllare la sapidità, dopo non potrete più aggiungere sale perchè non potrete più mescolare...) e poi lasciate che il tutto cuocia a fuoco medio/basso SENZA COPERCHIO E SENZA MAI MESCOLARE
5.Quando vedete che il brodo si è asciugato affondate un cucchiaio al centro della padella per vedere se sul fondo c'è ancora brodo o se è già asciutto. Deve essere non solo tutto completamente asciutto ma deve formarsi UNA CROSTICINA CROCCANTE SUL FONDO e ai bordi. La caratteristica della paella è proprio questa.
6.Quando sarà pronta lasciatela riposare a fuoco spento per una decina di minuti prima di consumarla

Leave a Reply