Recipe Category: Ricette senza glutine

Home / Ricette senza glutine
Recipe

Medaglioni di lenticchie gialle e quinoa

Stufi dei soliti burger di legumi? Provate questi "medaglioni", nutrienti e gustosi ma anche facili da realizzare in quanto la quinoa e le lenticchie decorticate cuociono insieme per assorbimento in poco tempo e non c'è bisogno di frullare! Ho usato le lenticchie gialle che a mio avviso sono particolarmente buone ma se non le trovate vanno benissimo anche le classiche rosse (sempre decorticate però). Le erbe aromatiche sono fondamentali per dare la marcia in più e potete variarle a piacere (ad esempio con rosmarino, salvia, maggiorana...) e aggiungere anche spezie come curcuma, paprika, curry... Assaggiate il composto prima di infornarlo e regolatevi di conseguenza ;-) Non ho aggiunto salse perchè la dadolata di pomodorini completa benissimo il piatto ed evita che possa risultare asciutto al palato, ma volendo si può accompagnare con maionese, salsa allo yogurt o sugo di pomodoro.

Recipe

Cagliata di canapa ai tre pepi

Avete mai fatto in casa la veg-ricotta di canapa? A differenza di quella realizzata con il latte di soia, questa caglia spontaneamente senza utilizzare limone nè aceto. Si parte dai semi di canapa decorticati, con i quali si ottiene prima un latte vegetale (che non ha bisogno di essere filtrato, per cui niente okara avanzata!) e poi si fa cagliare sul fuoco senza nessuna aggiunta. Semplicissima ma molto gustosa, ricca di proteine e grassi buoni. Ho voluto condirla e aromatizzarla con sale alle erbe e un mix di pepi, da servire come secondo piatto o antipasto insieme ad un contorno, ma è perfetta anche al naturale per farcire torte salate, ravioli, cannelloni, crepes... Importante: a differenza della cagliata di soia, in questo caso il siero che si ottiene è bianco, non trasparente, ed è buonissimo! Quindi è un peccato buttarlo ma si può usare come fosse una normale bevanda vegetale da dolcificare oppure per fare salse e besciamelle o arricchire zuppe e vellutate.
Foto di Andrea Tiziano Farinati

Recipe

Risotto agli agrumi e liquirizia

Se come me amate il risotto alle fragole in primavera e ai mirtilli d'estate... d'inverno dovete provare il risotto agli agrumi. La frutta nei risotti (come anche nelle insalate) sta benissimo e mi piace moltissimo. L'abbinamento con la liquirizia non è obbligatorio ma vivamente consigliato perché si sposa egregiamente. Si crea infatti una magica alchimia tra acido, dolce, salato e amaro, provare per credere! PS: mi raccomando il risotto non deve essere troppo asciutto ma ben mantecato e all'onda ;-)

Recipe

Dolcetti alla banana, mandorle e cocco

Chi è goloso di dolci sa quanto è dura resistere a non mangiarne tutti i giorni... Parlo però dei dolci classici che, anche se sono vegani, in genere contengono comunque zucchero o altri dolcificanti e olii o grassi aggiunti (oltre che farine più o meno raffinate, glutine, lievito ecc). Per fortuna esistono i "dolci gratis", come li chiama la bravissima dottoressa Silvia Goggi (che conosco da diversi anni, che stimo e che vi consiglio di seguire). Ovvero dei dolci totalmente naturali perché dolcificati con SOLA frutta integra, fresca e/o essiccata e, se possibile, anche senza olii e grassi aggiunti ma solo, al massimo, quelli buoni della frutta secca oleaginosa. Questi dolcetti sono tra questi, uno tira l'altro senza sensi di colpa! Il cioccolato è assolutamente opzionale (se lo usate sceglietene uno che abbia almeno il 70% di cacao), e idem la granella di pistacchi. Servono a renderli più carini esteticamente e un pochino più golosi, ma vi assicuro che sono buonissimi anche senza: da mangiare tutti i giorni, tanto sono gratis! :-)
PS: il cocco contiene grassi saturi è vero ma ce n'è una piccola quantità. E se non lo volete o non vi piace (peccato perché è buonissimo e ci sta benissimo...) potete sostituirlo con altrettante mandorle. Importante: le banane devono essere belle dolci e mature (con la buccia a macchie scure, non gialla con le punte verdi!)

Recipe

Quinoa allo zafferano con broccoli e finocchi

I broccoli e i finocchi sono tra gli ortaggi invernali più comuni e più buoni otre che ricchi di principi nutritivi. Insieme stanno benissimo soprattutto con la "marcia in più" data dallo zafferano e dai semi di finocchio. In questa ricetta li ho usati per condire un gustoso e nutriente primo piatto con la quinoa che, volendo, si può sostituire con del riso rosso o nero, riso integrale oppure del miglio (le modalità di cottura non cambiano). Per mantenere vivo il colore verde dei broccoli basterà tagliarli a pezzetti piccoli e tuffarli in acqua bollente salata per pochi minuti senza coperchio. Il brodo di cottura servirà poi per cuocere il cereale. Per decorare ho aggiunto delle bacche di pepe rosa leggermente pestate che danno un piccolo tocco di colore in più ;-)

Recipe

Crostata salata alla zucca con pasta brisé glutenfree

Questa quiche o crostata salata è ottima e la pasta brisé senza glutine le dà il valore aggiunto rendendola adatta anche a intolleranti e celiaci. E' realizzata con farine ricche di fibre e di sapore: riso integrale, ceci e saraceno, economiche e facili da reperire, che, tra l'altro, stanno benissimo con il sapore dolce della zucca. Le erbe aromatiche sono direi indispensabili per dare la spinta in più ;-) e se volete strafare aggiungete anche pomodori secchi a pezzettini. In ogni caso potete sostituire il ripieno a piacere perchè la base di brisè si presta bene agli usi più svariati.

Recipe

Sorgo colorato al cavolo cappuccio, pomodorini e tofu

In una cucina 100% vegetale non è difficile variare i colori nel piatto, essendo frutta, verdura e ortaggi di per sé ricchi di colore. Per realizzare un piatto coloratissimo non occorrono necessariamente ingredienti strani o polverine magiche, bastano pochi ortaggi di stagione che la natura ci offre generosa... In questa ricetta ho utilizzato il cavolo cappuccio viola, ricco di antociani dal potere antiossidante, e i pomodorini colorati, rossi, verdi e gialli (si trovano ormai abbastanza facilmente nella grande distribuzione). Il tofu dà il tocco di bianco e aggiunge la proteina per rendere il piatto completo dal punto di vista nutrizionale oltre che gustoso. L'effetto "wow" è assicurato ;-)

Recipe

“Paella de verduras” super ricca

La "paella de verduras" è una ricetta tipica spagnola che, a differenza della più nota valenciana, nasce già naturalmente vegan. L'ho mangiata qualche volta nei ristoranti spagnoli di Milano (mio marito ne va matto! :-) ) ma non avevo mai provato a cucinarla prima d'ora. Così, proprio su richiesta e con la collaborazione del maritino ho provato a farla e ho scoperto che è molto più facile e veloce di quanto comunemente si creda. L'importante è seguire alcuni accorgimenti: la padella deve essere piuttosto larga e capiente (lo strato di verdure e riso non deve essere troppo spesso), ci deve essere una certa proporzione tra il riso e il brodo (con quella che ho indicato non dovreste avere problemi, tenete conto che ho usato un riso Carnaroli, per altri tipi di riso le proporzioni potrebbero variare leggermente), non occorre coperchio e durante la cottura il riso non va mai mescolato, il risultato deve essere non solo completamente asciutto (non è un risotto cremoso!) ma sul fondo della padella deve formarsi una crosticina croccante e leggermente bruciacchiata (è proprio questa la caratteristica della ricetta tradizionale, altrimenti è un semplice riso con verdure!). Le verdure che a mio avviso non possono mancare sono peperoni, fagiolini, piselli, carote e pomodoro ma se ne possono aggiungere anche altre come funghi champignon, cuori di carciofo, broccoletti... Per renderla un piatto unico completo si possono aggiungere anche i fagioli, bianchi di spagna, rossi o borlotti, ma devono ovviamente essere cotti in precedenza. Se avete l'apposita "paellera" sarebbe meglio ma va bene anche una comune padella con doppi manici piuttosto larga e capiente.

Recipe

Quenelle di carote viola all’açai su pesto di canapa al prezzemolo e spirulina, con dadolata di pomodori alla curcuma

Questo piatto, 100% crudo, può essere un ottimo antipasto, fresco e leggero ma anche nutriente e super salutare grazie alla presenza di alcuni cosiddetti "superfood", ovvero SUPERCIBI dalle particolari proprietà nutritive. L'AçAI è una bacca originaria del Sud America ricchissima di antociani dal potere antiossidante (3 volte superiore rispetto ai mirtilli e 30 volte superiore rispetto al vino rosso), i semi di CANAPA sono ricchi di proteine, oltre che di omega 6 e omega 3 in rapporto perfettamente bilanciato, la SPIRULINA è un alga d'acqua dolce molto nutriente, proteica e ricchissima praticamente di tutto, un vero integratore alimentare naturale, i SEMI DI LINO infine apportano quantità importanti di omega 3. Ho usato le carote viola perchè anche loro sono ricche di antociani (il colore ne è un indicatore), ma vanno bene anche quelle normali. L'impiattamento, devo ammetterlo è un po' studiato, ovvero l'ho pensato e disegnato prima di eseguirlo :-) So che i piatti un po' ricercati come questo in genere non hanno molto successo, almeno presso i miei fans e follower sui social (la gente in genere preferisce ricette classiche e comunque riconoscibili come lasagne, tiramisù, polpette, risotti ecc) ma se siete un po' stufi della tradizione e volete "osare" stupendo i vostri ospiti, tentate e non ve ne pentirete ;-) E provate i superfood! Ormai non è difficile trovarli non solo nei supermercati e negozi biologici e online ma anche nella grande distribuzione!

Recipe

Pizza di batata con crema “formaggiosa” di cannellini e pomodorini

Stanchi della solita pizza? Provate questa ricetta che piacerà a grandi e bambini. Le batate o patate dolci americane arancioni sono più salutari rispetto alle patate comuni perchè più ricche di fibre, minerali, antiossidanti e betacarotene. Hanno un gusto e una consistenza simile alla zucca che si sposa benissimo con l'acidità dei pomodorini, mentre la crema "formaggiosa" di cannellini è l'ingrediente proteico che completa la ricetta da un punto di vista non solo nutrizionale ma anche di sapore e colore.