Recipe Category: Primi

Home / Primi
Recipe

“Lasagne” di pane azzimo con crema di zucca, ceci e porri

Una “lasagna” leggera e originale, diversa dal solito, realizzata con il pane azzimo croccante al posto della classica sfoglia di pasta e la crema di zucca al posto della besciamella. I porri e i ceci stufati arricchiscono il piatto di sapore e sostanza mentre le mandorle danno un tocco di croccantezza in superficie. E’ possibile sostituire il pane azzimo con il pane carasau o con la classica pasta (meglio se precedentemente sbollentata per pochi minuti).

Recipe

Crema di zucca con broccoletti, granella di nocciole e tamari

Questo piatto di ispirazione macrobiotica mi piace veramente tanto perchè è ricco di contrasti: la cremosità e la dolcezza della zucca, la consistenza dei broccoli, la croccantezza delle nocciole, il salato del tamari… Se usate una zucca biologica con la buccia arancione, ad esempio Butternut, Violina oppure Hokkaido, potete anche cuocerla e poi frullarla con tutta la buccia senza compromette il bel colore arancione del risultato finale.

Recipe

Zuppa di cipolle bianche

Le cipolle di Giarratana, presidio Slow Food, sono poco conosciute e non facili da trovare fuori dalla Sicilia. Sono molto grosse, dalla polpa bianca e tenera, dolce e sapida allo stesso tempo ma mai pungente, quindi anche digeribile. Sono squisite semplicemente affettate crude in insalata insieme ai pomodori, ripiene o arrostite alla brace. Mio padre, siciliano doc, me le prepara in zuppa, con questa ricetta semplicissima ma molto saporita. Se non trovate quelle di Giarratana, potete sostituirle con le classiche cipolle bianche, l’importante è che siano tenere e dolci. Non dimenticate l’origano e il pepe nero che completano il piatto alla perfezione.

Recipe

Spaghetti di cetrioli al pesto

Se siete stufi dei soliti spaghetti, non volete accendere i fornelli perché fa troppo caldo, avete voglia di un piatto fresco e leggero e senza troppe calorie, provate questi spaghetti "alternativi". Rispetto a quelli di zucchina, classicone della cucina crudista, quelli di cetrioli restano più "al dente" e, a mio avviso, più saporiti. Si sposano benissimo con il pesto di basilico in stile ligure che, in questa versione, prevede l'aggiunta anche delle noci oltre ai pinoli.

Recipe

Spaghetti di zucchine al pomodoro

Un classico della cucina crudista in una versione che incontrerà il gusto di tutti, anche dei più scettici! Gli spaghetti sono ricavati con un semplice, piccolo ed economico strumentino: un pelapatate dentellato (vedi foto nella gallery), facilissimo da utilizzare passandolo per il lungo sull'ortaggio in modo da ricavare degli "spaghettini" sottili. Se si salano leggermente e si lasciano macerare per pochi minuti si ammorbidiranno subito e con il gustoso condimento saranno molto piacevoli, freschi e leggeri.

Recipe

Riso al forno con pesto di pistacchi e funghi champignon

I timballi di riso al forno sono molto diffusi nella cucina siciliana tradizionale e si fanno in vari modi, per lo più con ragù o sugo di pomodoro. La versione con pistacchi e funghi da cui ho preso spunto per questa ricetta l'ho trovata sul libro "La mia vita a impatto zero" di Claudia Maugeri, famosa giornalista musicale e conduttrice radiofonica, vegana e siciliana trapiantata a Milano come me. Il pesto di pistacchi si trova facilmente nei supermercati più grandi e ben forniti (controllate bene gli ingredienti facendo attenzione che non ci siano conservanti ecc.). Potete in ogni caso autoprodurlo in casa frullando semplicemente dei pistacchi al naturale con olio e un po’ di sale.

Recipe

Lasagne al radicchio e noci

A molti non piace perché è un po’ amaro, a me piace proprio per quello! In questa ricetta ho voluto renderlo protagonista insieme alle noci, che con la loro dolcezza bilanciano perfettamente i sapori creando armonia. Tra le tante varietà di radicchio consiglio in particolare la “palla rossa di Chioggia”, più amabile e meno amaro.

Recipe

Sorgo di primavera con fave e piselli freschi, finocchietto e salsa di asparagi

Per questo piatto mi sono ispirata alla primavera approfittando delle fave fresche e dei piselli freschi che adesso sono in piena stagione, ma anche degli asparagi che adoro e che in questo periodo sono economici (oltre che depurativi, ricchi di vitamine, minerali e acido folico). Il sorgo è un cereale senza glutine ancora poco utilizzato nei paesi occidentali per l’alimentazione umana. Infatti, sebbene sia il quinto per importanza nel mondo (dopo mais, riso, frumento e orzo), più della metà della produzione serve per i mangimi degli allevamenti oppure sfama le popolazioni dei paesi più poveri, grazie al fatto che cresce bene in terreni aridi e con poca acqua. Io trovo che sia un peccato usare cereali così buoni, nutrienti e salutari per i mangimi animali anziché usufruirne direttamente noi!
PS: dopo aver liberato le fave dai baccelli ho eliminato anche le pellicine sottili che le ricoprono. E’ un lavoro certosino ma ne vale la pena per avere una cottura molto più breve, un colore verde brillante e un sapore dolce (la pellicina è un po’amarognola). Non buttatele però e utilizzatele per insaporire brodi e vellutate.